Frana al confine con la Svizzera, Dolzadelli: indennità da intemperie per i lavoratori frontalieri

Ogni giorno in migliaia si spostano da Valtellina, Valchiavenna e alto lago di Como

Milano, 4.9.2017

“Ai lavoratori frontalieri dovrebbe essere riconosciuta l’indennità da intemperie”. E’ la proposta di Mirko Dolzadelli, segretario regionale Cisl Lombardia e presidente del Coordinamento frontalieri Cisl, a seguito della frana verificatasi per le abbondanti piogge in Val Bregaglia. “La situazione va affrontata subito – afferma Dolzadelli  -. Le autorità elvetiche devono concedere, come avviene in Italia, una cassa di indennità straordinaria a causa di calamità naturali”. Le interruzioni stradali, provocata dalle frane staccatesi nei giorni scorsi dal Pizzo Cengalo, hanno riguardato in particolare la statale 37 che conduce al passo del Maloja, utilizzata tutti i giorni da diverse migliaia di frontalieri di Valtellina, Valchiavenna e alto lago di Como. In allarme anche i sindacati della provincia di Sondrio che temono riflessi negativi sull’occupazione. I frontalieri sono costretti a servirsi del passo dello Spluga per raggiungere St Moritz e le località vicine.



Cisl Lombardia
Via G.Vida 10
20127 Milano
tel 02.89355200
fax 02.89355250
email info.lombardia@cisl.it

email PEC: dip.org.lombardia@pec.cisl.it
 




All right reserved - Cisl Lombardia - 2017